Parlando con voi alle Murate Pac di Firenze

IMG_0940 (640x480) IMG_0989 (640x480) IMG_0944 (640x480) IMG_0959 (640x480) IMG_0966 (640x480) IMG_0960 (640x480) IMG_1010 (640x480) (640x480) IMG_1014 (640x480) IMG_0926 (640x480) 20150919_175248

Se vi interessa la fotografia e abitate a Firenze o dintorni, prendetevi un pomeriggio libero e andate alle Murate in via dell’Agnolo.

Salendo al piano superiore, negli spazi dell’ex carcere, potrete isolarvi e immergervi nelle immagini e nelle vite di 30 fotografe. L’iniziativa trae ispirazione dal libro “Parlando con voi” di Giovanna Chiti e Lucia Covi, ed è promossa da Associazione Fotografi Italiani Professionisti e CNA Professioni con la collaborazione di Super Studio Group e Metamorphosis Editrice.

Le fotografe intervistate sono: Paola Agosti, Silvia Amodio, Martina Bacigalupo, Maria Vittoria Backhaus, isabella Balena, Marirosa Toscani Ballo, Giovanna Borgese, Francesca Brambilla e Serena Serrani, Monika Bulaj, Silvia Camporesi, Marianna Cappelli, Lisetta Carmi, Carla Cerati, Isabella Colonnello, Patrizia Della Porta, Paola Di Bello, Cristina Ghergo, Bruna Ginammi, Silvia Lelli, Antonella Monzoni, Francesca Moscheni, Giulia Niccolai, Cristina Omenetto, Donata Pizzi, Susanna Pozzoli, Leonilda Prato, Giada Ripa, Paola Salvioni, Lori Sanmartino, Daniela Tartaglia.

Ne risulta un armonioso contrasto di voci e immagini di tonalità diverse, così come le biografie spaziano dall’essere “figlie d’arte” per alcune al distacco dalla famiglia come condizione essenziale per la ricerca espressiva per altre.

La storia, il quotidiano, le guerre, il sogno, la ricerca astratta e molto altro. Probabilmente un pomeriggio non vi basterà e vorrete tornare: c’è tempo fino al 3 ottobre, dal martedì al sabato, orario 14-20 (in realtà 19.45, da quel che ho visto):

Su tutte, per brevità dovendo scegliere, cito Lisetta Carmi, ripresa dal basso verso l’alto con un’ampia gonna porpora, i capelli che si confondono con le nuvole, gli occhi color del cielo, moderna papessa che riassume con sincerità il senso della sua fotografia: “Per tutta la mia vita ho fotografato solo per capire, gli altri e me stessa.”

Annunci

Filologica

Le foto fatte da me ad Alessia Innocenti affiancate alle originali di Bert Stern a Marilyn da “The last sitting” nella Fotogallery sul Tirreno di oggi

Correggo qui un errore di attribuzione da parte della testata: la foto n. 5 (qui sopra) e la n. 6 della Gallery non sono mie, ma di Mara Pezzopane dal set all’Hotel Liana di Firenze nel novembre 2009.

Doppio tributo

Nel cinquantesimo anniversario della scomparsa (il 5 agosto 1962) torna il monologo Bye Baby Suite scritto da Chiara Guarducci e diretto e recitato da Alessia Innocenti, per l’occasione in una suite dell’Albergo Pietrasanta al Festival della Versiliana.

Con l’occasione sarà esposta la serie fotografica After the last sitting, il tributo mio e di Alessia  alla leggendaria ultima seduta fotografica di Marilyn con il fotografo Bert Stern.

Le date: 2/3/4/5 Agosto ore 21 e 22,15.

Prenotazioni allo 0584265757 oppure on line dal sito TicketOne.

After Marilyn

Nel giugno del 1962 Vogue commissionò al fotografo Bert Stern un servizio fotografico su Marilyn.   L’attrice, 36enne,  era reduce dal divorzio con Arthur Miller, il suo contratto con la Fox stava per scadere, la sua relazione con i Kennedy era sulla bocca di tutti. Le foto furono scattate all’hotel Bel Air di Los Angeles, e furono necessarie due riprese perché le prime risultarono troppo audaci per la rivista.  Il 5 agosto Marilyn fu trovata morta nel suo letto  “per barbiturici”, poco prima dell’uscita del servizio su Vogue.

Il set è così passato alla storia come “The last sitting”: resta un documento visivo unico, che ci mostra l’attrice in tutta la sensualità e la fragilità di quegli ultimi momenti  (cosa che oggi non sarebbe più possibile: la postproduzione avrebbe cancellato tutti i segni della sua pelle, le piccole rughe del sorriso, la cicatrice  sul torace).

Comprai il libro con quelle foto una decina di anni fa – non riuscivo a togliermelo dalla testa dopo averlo sfogliato in una piccola meravigliosa libreria in via della Spada a Firenze che oggi non c’è più.  Le ho guardate a lungo, mi sono entrate dentro. Quando ho visto Alessia Innocenti in Bye Baby Suite, è stato inevitabile proporle di farsi fotografare come Marilyn in quel set.

Una parte del risultato è in mostra in questi giorni al Residence Artemura di Pistoia, via Bozzi 6, in occasione dello spettacolo

“BYE BABY SUITE” di CHIARA GUARDUCCI con ALESSIA INNOCENTI.

L’ultima notte di Marilyn, un letto disfatto, una deriva di alcol e pillole, un’altalena di ricordi e sogni

Da giovedì 26 gennaio 2012 a domenica 29 gennaio 2012 – doppio spettacolo ore 20.30 e 22, durata 40 minuti

AFTER THE LAST SITTING – A tribute to Bert Stern/Marilyn’s Last sitting

Foto di LAURA ALBANO

Nella hall del Residence prima e dopo lo spettacolo

INFO e PRENOTAZIONI 0573991609, orari 11-13 e 16-19

Lo spettacolo fa parte della Stagione di Prosa 2011/2012 Teatro Manzoni di Pistoia, sezione “Altri Percorsi”