Femminile plurale in mostra

137

A Firenze, al Caffè letterario Le Murate, una mostra a cura di Martino Marangoni della Fondazione Studio Marangoni riprende il tema dell’autoritratto femminile contemporaneo, proseguendo idealmente la ricerca di una specificità “di genere nel genere”.

Nell’immagine qui sopra si vedono esposti alcuni lavori di Beatrice Lontani: autoritratti in cui l’artista, fresca di studi classici,  ha scelto di interpretare personaggi femminili della tragedia greca, per un sentimento di vicinanza ritenuto non solo personale, ma femminile universale. Narrativamente e visualmente  incisiva.

La mostra è composta in tutto da cinque serie di altrettante fotografe: Martina Aiazzi Mancini, Serena Gallorini, Beatrice Lontani, Costanza Maragliulo, Hoya Pallida.  Qui una panoramica sui diversi punti di vista.

7 Pensieri su &Idquo;Femminile plurale in mostra

    • la donna non ha bisogno che le venga “restituita ” la sua immagine (restituita da dove? da chi? da quale periodo? sono 6mila anni di patriarcato) Lei deve trovare la donna che è in lei.

      • comunque il sottotitolo del blog deriva da un numero della rivista fotografica Zoom di inizio anni ’70: accanto ad una foto molto bella di tre donne anziane nude dai sorrisi ironici, c’era questa frase “restituire etc….”,. la vidi quando ero piccola e non l’ho più dimenticata.

  1. Pingback: Beatrice Lontani | Un'altra Donna

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...