L’argento in testa

Trailer di “Silver: a state of mind”, di Vicky Topaz

Vedo dalle stringhe di ricerca che in diverse – presumibilmente si tratta di donne – arrivano qui cercando “non tingersi i capelli” e voci similari. Dell’argomento avevamo già parlato una volta a proposito di queste foto, e sul tema “Tempo-capelli-semantica” c’era stato anche un bel post-con-dibattito sul blog di Zauberei.
Ora grazie a Lens ho scoperto che una fotografa californiana, Vicky Topaz, sui capelli bianchi e sulle loro risonanze psicologiche e culturali ha realizzato un intero lavoro dal titolo “Silver: a state of mind” –  fotografie e un filmato di 12 minuti, da cui è tratto il trailer di 3 minuti circa qui sopra.

E’ interessante il progetto anche perché Vicky ha raccolto pareri e pensieri delle donne fotografate, intorno ai concetti di attrattiva sessuale, invecchiamento, modelli e pressione sociale.

Per come la vedo, non ha senso schierarsi pro o contro la scelta dei capelli al naturale. Non stiamo parlando qui di scelta soggettiva, che avrà sempre le sue ragioni: stiamo parlando di modelli che condizionano quasi inevitabilmente certe scelte. Per questo la cosa importante è che immagini di questo tipo (sia queste di Vicky che altre interpretazioni da diversi punti di vista e filtrate da estetiche diverse) circolino sempre di più, che sollevino domande, non diano per scontato risposte, ed entrino a far parte di quell’immaginario collettivo sul femminile che finora le aveva censurate.

6 Pensieri su &Idquo;L’argento in testa

  1. non sono donna… e questo è un fatto. forse ho pero una, anzi due piccole licenze per intromettermi: faccio il fotografo e ho i capelli ben brizzolati, da un po’. a seguito di uno shock -questo chi se ne frega. credo sia molto ma molto importante la circolazione di queste -alcune davvero molto belle- e altre immagini… che affinché sia occorre però produrle. non evitarle. trovo che il capello bianco abbia un fascino speciale al femminile… solo che il problema è il rimbalzo emotivo prima ancora che iconografico. e che è dato da un ingannevole principio di perfezione. che non contempla il trascorrere del tempo… tutto si blocca a quando si ha vent’anni. a quando si spinge, non quando si traina.

    • il tuo modo di dire le cose Efrem mi spiazza sempre, anche quando siamo d’accordo….”quando si spinge, non quando si traina” è un’espressione inedita almeno per me!
      felice che ti siano piaciute le foto di Vicky, almeno alcune, a qualcuno sembreranno troppo estetizzanti ma io trovo che per essere californiane siano anzi tutt’altro che artefatte.

  2. Sì , importante dare spazio ad immaginari diversi, anche se certi modelli sono così forti che determinano profondamente la maniera di guardare, essere guardate ed anche di “guardarsi”
    Grazie per lo spunto di riflessione!
    Buona serata

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...