L’Altro calendario

                                                Articolo dal Sole 24 ore – 8 ottobre 2010

Dalla Russia un bellissimo esempio di controcomunicazione.

Al calendario di pin-ups svestite e adoranti in onore del compleanno di Putin, altre donne hanno risposto con un altro calendario dove appaiono vestite di nero,  la bocca tappata dal nastro adesivo,  con domande scottanti rivolte al governo russo.  Ne facciamo uno anche noi?  Avete qualche domanda da suggerire?

(Qui la notizia sul sito del Sole 24 ore e qui su Repubblica.it, dove si vedono meglio le foto dell’altro calendario)

Annunci

7 Pensieri su &Idquo;L’Altro calendario

  1. Eh, magari!
    L’occasione sarebbe il compleanno di chi? Non vorrei darlo per scontato, ma, nel caso, partendo da domani ci sarebbero esattamente 356 giorni di tempo per prepararlo. Sai quante domande scottanti potresti raccogliere qui e valutare? Anche una per ogni giorno dell’anno…
    Ah, quanto mi piacerebbe una bella interrogazione calendariale!

  2. Non mi dispiacerebbe vedere testimonial famose e donne “comuni” insieme. Anzi, sarebbe proprio bello rappresentare una certa unità di pensiero. Non dispererei sul fatto che si possano trovare. Devo ammettere, però, che spesso mi dicono che sono troppo possibilista…

  3. io le domande le farei direttamente al capo dello stato. è Giorgio anche che è responsabile di tutto quello che succede. Farle al nano psicotico e pedofilo potrebbe anche essere fare il suo gioco!

  4. claudia non so, mi pare che la Carta fissi per lui possibilità e quindi responsabilità molto limitate.
    Non a lui, piuttosto a qualche esponente parlamentare della presunta “opposizione”.

  5. Ciao Laura, come vedi sulle tue riflessioni mi capita di ri-tornarci….
    ho proposto alla rete delle donne calabresi, all’interno di una campagna di sensibilizzazione, degli scatti controimmagine-narrazione. ho raccontato del tuo spunto (dalle donne russe), e tenendo conto che abbiamo fatto una serie di richieste ufficiali al presidente della regione calabria, alla giunta regionale, etc etc e ovviamente non ci hanno risposto (peggio: alcune mail sono arrivate, ma a chi in calabria non vive!!!) penso sarebbe una buona idea procedere anche cosi’….ti faro’ sapere (ancora è solo una proposta).grazie e a presto
    Doriana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...