Del nascere donna o divenirlo

“Tutti sono d’accordo nel riconoscere che nella specie umana sono comprese le femmine, le quali costituiscono oggi come in passato circa mezza umanità del genere umano; e tuttavia ci dicono ‘la femminilità è in pericolo’; ci esortano: ‘siate donne, restate donne, divenite donne’. Dunque non è detto che ogni essere umano di genere femminile sia una donna; bisogna che partecipi di quell’essenza velata dal mistero e dal dubbio che è la femminilità. La femminilità è una secrezione delle ovaie o sta congelata sullo sfondo di un cielo platonico?”

Simone de Beauvoir, “Il secondo sesso”, Il Saggiatore 1949

Come si è visto dalle ultime discussioni sul blog Il Corpo delle donne, il dibattito sulle differenze di genere è ancora molto aperto.

Qui un’interessante sintesi storica di Eva Cantarella.

4 Pensieri su &Idquo;Del nascere donna o divenirlo

  1. Non so definirla la “femminilità”. So solo che mio padre, dopo la separazione, quando il padre di mia figlia, che allora aveva un anno e mezzo, ritornò a casa, mi disse: Adesso Elena cerca di essere una donna! Io sono rimasta pietrificata da quella sua esortazione. Profondamente colpita dalla sua mancanza di rispetto per la mia persona. Oggi, alla luce di come si sono evoluti i fatti, sono divorziata e mia figlia, diciottenne è anche lei pietrificata dalla mancanza di amore e rispetto da parte di suo padtre, credo profondamente che non sono mai stata e mai potrò essere una “donna”, una femmina come la cultura maschile di ieri e quella mediatica di oggi vorrebbero che io fossi!

  2. Ciao Elena, le parole di un genitore possono essere paralizzanti, è vero. Hanno un peso specifico che a volte agisce come un sortilegio.
    Però da grandi, a qualsiasi età si può provare a vedere le cose diversamente, a ricrearci un immagine del mondo e di noi stessi con occhi nostri. Soprattutto a inventarci un femminile nostro, qualsiasi cosa voglia dire – certo la cultura mediatica non ci vuole femmine, ci vuole merci e consumatrici.

    • Certo, sono passati molti anni da quel giorno e col tempo ho anche capito il senso protettivo di quelle parole e adesso sono consapevole della donna che sono diventata: sono un conentrato di sfumature: ci sono mille donne in me contemporaneamente e quindi sfuggo a qualsiasi rappresentazione. Sono l’Elena politica, l’Elena sognatrice, l’Elena romantica, l’Elena dolce, l’Elena che si indigna ……………………e soprattutto anche l’Elena felice di sè.

      • Sai Elena… io credo che, seppur la parola ‘femminilità’ derivi da ‘femmina’ o comunque ne tragga parte del suo significato, ha a cHe vedere molto di più con l’essere ‘donna’ anzichè ‘femmina’.
        Essere donna è un qualxosa che ti conquisti. E’ la tua completezza. Nell’essere femmina, invece, sei solo una donna a metà. Certo piacerai di più, avrai più consensi dagli uomini, li spaventerai di meno ma… sicuri che coloro che spaventi siano degni di essere nominati ‘uomini’? Oppure sono solo l’alter ego della femmina in qualità di maschi?
        Quando sei ‘donna’ non c’è ‘uomo’ a cui tu non possa piacere. Ma sicuramente pochissimi si avvicineranno. In ogni caso tutti ti stimeranno e ti apprezzeranno.
        Ma… tanto per parafrasare tuo padre… siamo sicure che sappiamo tutte quante di cosa stiamo parlando? Siamo sicure di sapere ciò che significa veramente essere donne? Forse tuo padre non voleva intendere quello che tu hai interpretato seguendo gli stereotipi comuni. Forse voleva solo esortarti a capire chi sei. E, forse, ci è riuscito… a quanto pare!
        Non credo che contino le scelte che uno fa… ma le motivozioni che ci spingono a farle…
        Felice per te di sapere che sei felice di te…😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...